Si può prendere alcune vitamine per diventare più fertili?

Panoramica

Secondo le statistiche del National Women’s Health Information Center, l’infertilità colpisce circa il 10 per cento delle donne americane tra i 15 ei 44 anni. L’infertilità può essere causata da diversi fattori sia negli uomini che nelle donne, inclusi danni al sistema riproduttivo, età e Problemi di stile di vita. Il nutrizionista britannico e l’esperto di salute delle donne riconosciute Marilyn Glenville rileva che il 30 per cento dei problemi di infertilità è dovuto a fattori inspiegabili e crede che i trattamenti naturali, inclusi l’aggiunta di vitamine specifiche alla dieta, possono contribuire ad aumentare la fertilità.

Zinco

Il rapporto Medline Plus del National Institutes of Health sullo stato zinco “zinco è necessario per il funzionamento di più di 300 enzimi diversi” ed è vitale per un gran numero di processi nel corpo, compresa la maturazione dello sperma e dello sviluppo sano dello sviluppo fetale. Diversi studi, come “Effetti di integrazione zinco sui comportamenti sessuali di ratti maschi” pubblicati nel luglio 2009 “Journal of Human Reproductive Sciences”, sembrano indicare che i livelli di zinco possono influenzare i livelli di testosterone e la funzione penile negli uomini, nonché il numero di spermatozoi . I ricercatori della Northwestern University hanno recentemente pubblicato i risultati del numero di settembre 2010 di “Nature Chemical Biology” che suggeriscono che le uova con livelli di zinco insufficienti non raggiungano la fase di maturazione che consente loro di essere fecondati.

Vitamina C

La vitamina C è un antiossidante solubile in acqua che è vitale per la produzione del collagene del corpo, la proteina utilizzata per creare tessuti connettivi e vasi sanguigni. La vitamina C aiuta anche a mantenere le ossa e i denti sani e le ferite di guarigione nel corpo. Alcune ricerche dimostrano che i livelli di vitamina C possono influire sul conteggio degli spermatozoi, sulla motilità dello sperma e sulla formazione sana. I ricercatori dell’Università di Mazandaran in Iran hanno pubblicato i risultati del settembre 2009 “Journal of Clinical Biochemical Nutrition”, indicando che gli uomini infertili avevano livelli significativamente inferiori di vitamina C nel loro plasma seminale rispetto agli uomini fertili. Questa ricerca sembra supportare i primi risultati pubblicati nel 2006 da ricercatori dell’Università della California a Berkeley che hanno associato l’assunzione di antiossidanti, inclusa la vitamina C e la vitamina E, con una qualità seminale.

Vitamine B-Complex

Il complesso B è un termine che si riferisce alla famiglia di vitamine B che includono folato, riboflavina, B-12 e biotina. Le vitamine del complesso B sono vitamine idrosolubili essenziali per lo sviluppo e la funzione sani del sistema nervoso e per la maggior parte dei processi metabolici del corpo. La ricerca della Harvard School of Public Health, pubblicata nel numero di marzo 2008 della “Fertilità e Sterilità”, suggerisce che l’uso regolare di un integratore multivitaminico contenente vitamine B riduce il rischio di infertilità a causa di problemi di ovulazione. Sebbene il folato abbia le evidenze più cliniche che appoggia la sua importanza nella fertilità, nella concezione e nelle gravidanze sane, Glenville rileva che tutta la famiglia di vitamine B coopera per sostenere lo sviluppo di RNA e DNA e incoraggia le donne a integrarsi con la gamma completa per ottenere i migliori risultati .