Si può mangiare sulfite quando è incinta?

Quando sei incinta, le preoccupazioni sugli additivi alimentari e sulle sostanze chimiche assumono un nuovo significato. Ponderate tutto ciò che tu ingerisci contro il suo potenziale rischio per il tuo bambino in via di sviluppo. I sulfiti – i conservanti utilizzati in molti alimenti trasformati e il vino – possono causare reazioni allergiche in alcune persone, ma non sono state provate dannose in gravidanza.

fonti

Diversi composti chimici diversi utilizzati nella produzione alimentare rientrano nella categoria di solfiti. Anidride solforosa, solfuro di sodio, bisolfito di sodio, bisolfito di potassio, metabisolfito di potassio e metabisolfito di sodio sono tutti classificati come solfiti. Sulfites mantengono i carni, i frutti e le verdure dal diventare marrone quando sono esposti all’aria, per questo sono stati comunemente utilizzati nelle insalate per mantenere i cibi freschi. Negli alimenti trasformati, i solfiti agiscono come conservanti e agenti sbiancanti. La fermentazione in birra e vino produce anche solfiti. I solfiti possono essere utilizzati più a lungo su frutta, carni e verdure, ad eccezione delle patate. Gli alimenti contenenti più di 10 parti per milione devono essere etichettati come contenenti solfiti.

Avvertenze sulla gravidanza

Gli alimenti contenenti solfiti non presentano etichette di avvertenza per le donne in gravidanza. Le bevande alcoliche trasportano etichette di avvertenza per la gravidanza perché il contenuto di alcool può causare difetti di nascita, non perché i solfiti presentano un rischio in gravidanza.

effetti

L’U.S. Food and Drug Administration stima che circa l’1% degli americani ha una sensibilità al solfito. Se si dispone di una sensibilità al solfito, si possono sviluppare sintomi quali respiro affannoso, difficoltà respiratorie, tenuta al torace, orticaria, gonfiore del viso noto come angioedema, vomito e diarrea. Tra il 5 e il 10 per cento delle persone con asma può avere sensibilità al solfito, anche se i numeri variano, riferisce la Cleveland Clinic.

Precauzioni

Se sei incinta e ha una sensibilità al solfito, una reazione che causa difficoltà a respirare potrebbe influire sulla quantità di ossigeno che il tuo bambino riceve attraverso la placenta. Leggere attentamente le etichette per evitare sulfite se avete mai avuto una reazione di sensibilità. Se si dispone di asma, mangiare cibi ad alto contenuto di solfiti con cautela, poiché avere l’asma aumenta il rischio di sviluppare la sensibilità al solfito. La sensibilità alfiduro può apparire in qualsiasi età, anche se hai consumato solfiti prima senza problemi.