I cibi specifici possono aiutare a curare tagli e cicatrici?

Non troverai un super cibo che rende i tagli guariscono più velocemente, ma la vostra dieta ha un ruolo importante nel processo di guarigione. La riparazione ottimale delle ferite con cicatrici minime dipende da specifici nutrienti. La Clinica di Cleveland si riferisce ad una varietà di cibi come alimenti alimentari per aiutare con la guarigione delle ferite. Questi alimenti sono fonti ricche di sostanze nutritive essenziali per la ricostruzione dei tessuti: proteine, zinco, ferro, vitamina C e vitamina A.

Ottenere un sacco di proteine

Le proteine ​​sono essenziali per ricostruire la pelle danneggiata, il collagene ei vasi sanguigni. Infatti, la mancanza di proteine ​​ostacola la guarigione, mentre ottenere un’adeguata quantità aiuta a risolvere i tagli ad un tasso ottimale. Se soffre di una grave ferita, ha una ferita a lenta calibrazione o ha un intervento chirurgico, potrebbe essere necessario avere più proteine ​​del normale, ma questa decisione dovrebbe essere fatta con il tuo medico. Carne magra, pollame, pesce, soia e fagioli contengono la maggior parte delle proteine, seguite da prodotti lattiero-caseari a bassa percentuale di grassi e uova.

La vitamina C è essenziale

I tagli si curano in un processo passo dopo passo che inizia con una base di collagene. Dopo che si forma una griglia di collagene, la nuova pelle si sviluppa dai bordi del taglio, usando il collagene per il supporto fino a quando si incontra in mezzo. Il collagene è costituito da proteine, ma la sua produzione dipende dalla presenza di vitamina C. Gli agrumi e i succhi sono le migliori fonti di vitamina C. Altre buone fonti includono fragole, pomodori, peperoni, patate al forno, broccoli, spinaci, cavoli e cavoletti di Bruxelles.

La vitamina A aumenta la guarigione

Se non hai abbastanza vitamina A nella vostra dieta, il processo di guarigione può essere compromesso. Questa vitamina aumenta la risposta infiammatoria iniziale, che è importante perché l’infiammazione all’inizio della guarigione delle ferite impedisce l’infezione rimuovendo irritanti nocivi e batteri. La vitamina A aiuta anche a rafforzare la ferita stimolando la sintesi del collagene. Uova, latte intero e prodotti lattiero-caseari fortificati a bassa percentuale di grassi forniscono la vitamina A, ma non dovete contare su prodotti animali. Verdure gialle e arancio e verdure a foglia verde scuro sono anche buone fonti.

Aiutare lo zinco e il ferro per ricostruire

Il corpo non può produrre proteine ​​e collagene senza zinco, mentre il ferro fornisce ossigeno al sito danneggiato. Una delle cause più comuni di infezione in un taglio o ferita è la mancanza di ossigeno, secondo le “letture selezionate nella chirurgia plastica”. Una carenza di minerale può ritardare la ricostruzione e la riparazione dei tessuti. Gli alimenti ricchi di proteine ​​sono buone fonti di zinco e Entrambi i minerali si trovano anche in cereali integrali e cereali fortificati e pane.

Supporto scarto in corso

Le cicatrici richiedono lo stesso supporto nutrizionale dei tagli poiché si sviluppano come una parte normale del processo di guarigione della ferita. Mangia una dieta equilibrata durante e dopo il processo di guarigione perché le cicatrici rafforzano gradualmente nel tempo. Una volta che il taglio è completamente riparato, la crema solare e gli idratanti idratanti possono contribuire a ridurre al minimo l’aspetto delle cicatrici, ma i trattamenti topici che contengono la vitamina E o la vitamina C non aiutano, secondo l’Università del Texas.