Effetti collaterali del porto chemo

Panoramica

Una porzione di chemioterapia è un piccolo pulsante di plastica o di metallo circolare circa la dimensione di un quarto inserito sotto la pelle. La porta attacca un catetere e una vena. I farmaci di chemioterapia vengono somministrati attraverso il porto con un ago che si inserisce nel porto. La porta elimina i bastoni di ago continui dovuti alla ricerca di una vena durante la somministrazione del trattamento. Il personale medico può anche utilizzare il porto per disegnare sangue. Quando il trattamento della chemioterapia è completo, il personale medico rimuove il porto.

Infezione

A causa dell’indebolimento complessivo del sistema immunitario durante il trattamento con chemioterapia, si può verificare un’infezione sulla pelle sopra la porta della chemioterapia e intorno a dove il catetere entra nel porto. I segni di infezione spesso includono la pelle che diventa rosso e gonfiore. Il dolore si verifica anche tipicamente nel sito dell’infezione. Il dolore può presentarsi come intermittente o in corso. Una temperatura si sparerà e i pazienti possono sentire una perdita di equilibrio e cominciano a sentirsi deboli, riporta il supporto al cancro Macmillan.

Coagularsi

Un coagulo dimostra un altro effetto collaterale di una porta della chemioterapia. I sintomi di un coagulo comprendono arrossamento e dolorosi gonfiori del braccio o del collo sullo stesso lato del corpo come la posizione del porto. Questo effetto secondario richiede in genere la rimozione immediata della porta. Allora il personale sanitario amministra un farmaco anticoagulante per sciogliere il fastidioso coagulo.

Port può sviluppare instabilità

Il sollevamento rigido o l’esercizio eccessivamente attivo possono anche causare problemi con la stabilità e la collocazione del porto. I pazienti devono chiedere ai loro medici informazioni sulle attività che dovrebbero evitare quando il porto è in uso.

Perdite, danni alla pelle, incapacità di riparare la porta

In uno studio 2006 di Inaba Yoshitaka ed altri nel Journal of Clinical Oncology giapponese, diversi problemi possono derivare dall’uso di porti in trattamento per il cancro al colon. In alcuni casi, un problema relativo alla porta ha reso problematica la continuazione della terapia. Altri problemi rilevati in relazione all’uso del porto includono: danni al catetere utilizzato con la porta, perdite al sito di foratura per la porta, danni alla pelle, infezione probabile e incapacità di riparare una porta danneggiata. Lo studio è stato condotto presso l’ospedale Aichi Cancer Center, Naguya, in Giappone.