Effetti collaterali del clenbuterolo

Nervosismo e ansia

Il clenbuterolo è un farmaco progettato per essere usato come antistaminico in medicina veterinaria. Nell’uomo, fornisce effetti stimolanti simili alle anfetamine, ad esempio aumentata frequenza cardiaca, temperatura corporea e pressione sanguigna. Secondo l’U.S. Drug Enforcement Administration, il clenbuterolo viene usato illegalmente come alternativa agli steroidi per la crescita muscolare, la perdita di grasso e le migliori prestazioni atletiche. L’uso ricreativo del clenbuterolo è considerato pericoloso e pone rischi per numerosi effetti collaterali gravi.

Problemi di sonno

Il clenbuterolo ha dimostrato di causare effetti collaterali emozionali, tra cui grave nervosismo, irritabilità, paranoia e ansia. Secondo la facoltà medica dell’Università del Nuovo Galles del Sud a Sydney, Australia, i tremiti fisici spesso accompagnano i sintomi nervosi. Una persona può sentire la vibrazione simile all’assunzione eccessiva di caffeina. I tremori delle mani sono comuni e possono portare ad una ridotta capacità di partecipare alle attività fisiche, ad esempio scrivere, digitare o tenere oggetti in modo costante. Le persone con depressione, ansia o altri disturbi psicologici possono avere rischi più elevati per questi effetti.

Problemi di cuore

Il clenbuterolo può causare problemi di sonno tra cui l’insonnia – l’incapacità di addormentarsi o addormentarsi. I pensieri nervosi possono mantenere gli utilizzatori del farmaco sveglio di notte. Le proprietà stimolanti del clenbuterolo inibiscono anche le capacità riposanti del sonno. Secondo la National Sleep Foundation, gli stimolanti rappresentano una delle cause principali di insonnia, che spesso portano alla frenesia quotidiana, al desiderio di ulteriori stimolanti e di umori irritabili. Poiché i problemi dell’umore sono generalmente derivanti dal farmaco stesso, la mancanza di sonno può esacerbare tali sintomi.

Guadagno di peso

Alcuni degli effetti collaterali più pericolosi causati da clenbuterolo implicano il suo effetto sul cuore. Secondo l’UNSW, le palpitazioni cardiache, il battito cardiaco veloce e l’aumento della pressione sanguigna possono verificarsi a causa di clenbuterolo. In alcuni casi, la frequenza cardiaca veloce spazza la gente a non prenderle. Purtroppo, molti altri continuano a prendere il farmaco indipendentemente. In un’intervista alla Daily Mail a Londra nell’ottobre 2006, John McVeigh, esperto di abuso di sostanze, ha spiegato che le donne che cercano un physique sottile di waif possono continuare a prendere clenbuterolo a causa dei suoi effetti termogeni, o calore corporeo e stimoli cardiaci stimolanti. Tuttavia, questi effetti possono contribuire a gravi problemi di salute, inclusi infarto, ictus e morte improvvisa.

La perdita di peso ottenuta da clenbuterolo è spesso temporanea. Secondo McVeigh, il clenbuterolo è considerato un modo per perdere peso senza bisogno di esercizio fisico o alterato abitudini alimentari. Tuttavia, frequentemente segue un aumento di peso. Sono stati riportati casi di improvviso e intenso aumento di peso a causa dell’uso a lungo termine di clenbuterolo. Il clenbuterolo può influenzare negativamente il metabolismo di una persona e provocare un peso corporeo che supera il peso di una persona prima di prendere il farmaco.