Colonscopia dopo gli effetti

Panoramica

Per i pazienti senza storia familiare di cancro del colon-retto, la screening di routine di colonscopia dovrebbe iniziare all’età di 50 anni, consiglia la National Clearinghouse Informazioni sulle malattie digestive. Durante questa procedura di test, un medico usa un sottile tubo illuminato chiamato colonoscopio per esaminare l’interno del colon. I pazienti devono essere a conoscenza della colonscopia dopo gli effetti prima di eseguire questa procedura diagnostica.

Bloccaggio addominale o disagio

I pazienti possono soffrire di gonfiore o disagio addominale come una colonscopia dopo l’effetto, avverte il dottor Mark Fagan alla Brown Medical School. Durante questa procedura, un medico pompa piccola quantità di aria nel colon di un paziente per consentirle di vedere l’interno di questo organo digestivo. Di conseguenza, i pazienti possono verificarsi crampi o gonfiori all’interno dell’addome per alcuni giorni finché tutta l’aria passa dal corpo. Raramente, alcuni pazienti possono verificarsi dolore addominale o dolore addominale o gonfiore dopo questa procedura. Le persone che sviluppano questi effetti secondari dovrebbero cercare assistenza da un medico.

Passaggio di sangue dall’ano

Dopo una colonscopia, i pazienti possono passare piccole quantità di sangue dall’ano che può essere visibile all’interno dei loro sgabelli o sulla carta igienica utilizzata per asciugare la regione anale dopo un movimento intestinale. Il sanguinamento anale può verificarsi quando un medico elimina piccole colture di tessuti, chiamati polipi, dall’interno dell’intestino durante una colonscopia. Tipicamente, sanguinamento anale in lieve e risolve senza ulteriori complicazioni, prende atto del database medico UpToDate. Se un medico elimina un polipo di grandi dimensioni dal colon, alcuni pazienti possono verificarsi un eccessivo sanguinamento anale o emorragie, un effetto successivo che richiede ulteriori valutazioni e cure da parte di un medico.

Strozzatura o danno

Come un medico passa un colonoscopio attraverso l’ano e il retto e nel colon, questo strumento può perturbare o danneggiare involontariamente un intestino del paziente. I pazienti affetti possono richiedere l’ospedalizzazione o l’intervento chirurgico per risolvere questa rara colonscopia dopo effetto, secondo Jackson Siegelbaum Gastroenterology. Il danno dell’intestino può aumentare il rischio di sviluppare la peritonite, una grave infezione batterica della cavità addominale che può causare febbre, nausea, vomito, dolore addominale e maggiore sete. Tali complicanze possono essere pericolose per la vita e richiedono assistenza medica di emergenza.