Cause di una scarica vaginale simile alla gelatina

vulvovaginiti

Le ghiandole nella cervice e nella vagina fanno piccole quantità di liquidi espulsi dalla vagina in momenti diversi durante il ciclo riproduttivo. Tutte le donne sperimentano scariche vaginali come parte regolare della vita. Quando il muco vaginale diventa spessa e gelatina, cambia colore o odore o è accompagnato da altri sintomi, può indicare un disturbo sottostante.

cervicite

La vulvovaginite è un’infiammazione o un’infezione della vulva e della vagina più comunemente causata da batteri, lieviti, virus e altri organismi infettivi. MedlinePlus nota che la vulvovaginite può anche svilupparsi come conseguenza di malattie trasmesse sessualmente, irritanti chimici e poveri igiene. I sintomi della vulvovaginite includono il gonfiore dentro e intorno all’area vaginale, prurito nell’area genitale, scarico vaginale simile alla gelatina, odore vaginale e bruciore durante la minzione. Il trattamento della vulvovaginite dipende dalla causa sottostante. Sono disponibili diverse opzioni di trattamento, tra cui antibiotici, creme antifungine, antistaminici e crema cortisone.

Gonorrea

La cervicite significa letteralmente l’infiammazione della cervice, che è la parte dell’utero che si apre nella vagina. Molte donne con cervicite non presentano sintomi, ma coloro che provano scariche vaginali simili a gelatina con colore o odore spiacevoli, minzione dolorosa, aumentano la frequenza urinaria e la comparsa tra i periodi. La cervicite può svilupparsi come conseguenza di malattie sessualmente trasmissibili, reazioni allergiche ai preservativi o ai prodotti di igiene femminile o alla crescita di batteri. Il trattamento antibiotico è usato per la cervicite batterica, ma altri tipi di solito si sono chiariti da soli. MayoClinic.com ha raccomandato di astenersi dal rapporto sessuale fino a quando l’infiammazione è stata eliminata.

La gonorrea è una comune malattia sessualmente trasmessa causata dal batterio Neisseria gonorrhoeae, che prospera in luoghi caldi e umidi, secondo i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie. La gonorrea può essere diffusa attraverso il contatto genitale diretto, nonché il contatto con la bocca o l’ano di una persona infetta. Nei soggetti che presentano sintomi, i sintomi di solito appaiono entro due o cinque giorni dopo l’infezione, ma il processo può richiedere fino a trenta giorni. I sintomi della gonorrea includono bruciore durante la minzione, aumento della scarica vaginale della gelatina e spotting. Le donne con gonorrea sono ad alto rischio per sviluppare complicazioni future, quindi se questi sintomi sono presenti, è importante cercare assistenza medica. La gonorrea può essere spesso trattata con antibiotici, tuttavia, a causa di batteri resistenti antibiotici, il trattamento diventa sempre più difficile.