Cause di una falsa prova HIV positiva

Reattività reattiva anticorpale

In media, lo 0,2 per cento dei test ELISA dà un risultato di test HIV falso positivo che viene quindi dimostrato in modo errato da un test Western Blot, osserva Goaskalice.com, il sito web della salute dell’allievo della Columbia University. Le malattie autoimmuni, le vaccinazioni recenti, le gravidanze multiple o le infezioni precedenti con l’epatite B, la malaria o la tubercolosi possono stimolare la produzione di anticorpi che si creano con antigeni HIV, producendo così un test HIV positivo.

Vaccinazione

Gli individui classificati nella categoria ad alto rischio come maschi gay e hemophiliacs sono esposti ad una pletora di antigeni stranieri e agenti infettivi come citomegalovirus, epatite A e B, giardia, gonorrea e mycobactera e producono quindi anticorpi che non attraversano in modo specifico i reagenti con antigeni in I kit di test HIV, note Virusmyth.com. ManagingDesire.org, osserva che sono state riportate reazioni positive false nel 19 per cento delle persone affette da emofilia, il 13 per cento dei pazienti alcolici con epatite e il 4 per cento dei pazienti con emodialisi. Inoltre, Africa.Upenn.edu rileva uno studio del 1994 pubblicato nel “Journal of Infectious Diseases” in cui i test HIV sono stati conclusi per essere inutili in Africa centrale a causa della prevalenza di infezioni come la lebbra, la malaria e la tubercolosi che portano ad un 70 per cento Prova falsa positiva dovuta alla reattività incrociata di questi anticorpi contro gli antigeni HIV sul test ELISA.

Gravidanza

Le infezioni causate da influenza e da epatite B sono noti per causare risultati HIV ELISA falsi positivi e risultati Western Blot. Uno studio di ricerca con 101 donatori di sangue vaccinati contro il virus dell’influenza e 191 soggetti di controllo ha mostrato che la recente vaccinazione contro l’influenza è altamente associata a un test HIV positivo per il fatto che questi vaccini possono stimolare la produzione di anticorpi cross-reattivi, osserva Reducetheburden.org. Inoltre, il 21 maggio 2010, il ministero brasiliano della sanità ha rilasciato una dichiarazione secondo cui il vaccino contro l’influenza H1N1 può causare prove false del virus HIV dovuto alla produzione di anticorpi IgM che attraversano reattivi con gli antigeni HIV sulla piastra ELISA, nota Noticias. terra.com. Un falso risultato HIV positivo può apparire fino a 112 giorni dopo la vaccinazione contro l’influenza.

La gravidanza, in particolare le gravidanze multiple, è anche una causa di risultati falsi positivi del test HIV. Ciò è per lo più attribuito ai supposti antigeni specifici dell’HIV, tutti trovati in placenta umana salutare. Inoltre, le cellule HLA positive conosciute per attraversare reattiva con l’antigene HIV presunto sulla piastra ELISA hanno anche una significativa quantità di antigene p24 localizzati su di essi. Tutti questi fattori spiegano il tasso significativo di test HIV falsi positivi in ​​donne in gravidanza. Inoltre, Rethinkingaids.com nota una relazione dell’American Medical Association in cui i dati preliminari del dipartimento di salute da agosto a novembre 1999 identificarono 32 donne in gravidanza come HIV positive. Dopo una prova di conferma, 17 di queste donne sono state determinate per essere negative per il virus dell’HIV.