Cause di ritenzione idrica nelle mani

Panoramica

Il sintomo della ritenzione dell’acqua indica che il fluido sta scomparendo nei tessuti del corpo. La ritenzione idrica, chiamata anche gonfiore o edema, si verifica per diversi motivi. Chiunque con gonfiore persistente dovrebbe chiedere il consiglio di un medico autorizzato. In alcuni casi, il gonfiore può segnalare una grave condizione che richiede un trattamento immediato.

Consumo di sale

Il sodio aiuta a determinare il volume del sangue e regolare la pressione sanguigna. Quando qualcuno mangia troppo sodio, l’eccesso di sodio tiene in acqua. Ciò provoca la ritenzione idrica nelle mani e in altre parti del corpo. Per evitare la ritenzione idrica causata dal consumo eccessivo di sodio, è necessario limitare l’assunzione di cibi ad alto contenuto di sodio. Gli articoli ad alto contenuto di sodio comprendono carni di lunga lavorazione, zuppe in scatola, verdure in scatola, formaggi, patatine fritte, pretzelle e noci salate.

Malattie renali

I reni lavorano insieme a diversi ormoni per regolare la quantità di fluido nel corpo. Quando il corpo ha troppo liquido, i reni producono più urine. Quando il corpo non ha abbastanza liquido, i reni conservano acqua. La malattia del rene e l’insufficienza renale comportano una funzione renale compromessa. Ciò significa che i reni hanno difficoltà a svolgere le loro funzioni. Ciò consente al fluido in eccesso di accumulare nel corpo, provocando ritenzione idrica nelle mani, nel viso, nelle caviglie, nei piedi e nelle gambe.

Gravidanza

Durante la gravidanza, la quantità di fluido nel corpo aumenta per sostenere il feto in via di sviluppo. Quando il volume fluido aumenta, si verifica un gonfiore. Una condizione nota come preeclampsia provoca anche la ritenzione idrica durante la gravidanza. La preeclampsia provoca alta pressione sanguigna, riduzione dell’urina, nausea, aumento di peso improvviso, gravi mal di testa, dolori addominali e cambiamenti visivi. La ritenzione idrica influenza le mani ei piedi.

Sindrome premestruale

MayoClinic.com cita la ritenzione idrica come il sintomo più comune della sindrome premestruale. Gli scienziati non sanno perché il PMS provoca la ritenzione idrica, ma sembra che gli ormoni influenzino questa condizione. Le donne che sperimentano la ritenzione idrica durante le PMS dovrebbero ridurre la loro assunzione di sodio, evitare l’alcool e la caffeina, ottenere esercizio regolare e mangiare una dieta ricca di frutta, grani interi, noci, verdure e semi.

Quando il sistema linfatico non può scaricare correttamente i fluidi, il liquido si accumula in altri tessuti del corpo. Ciò provoca gonfiori e disagio. Il gonfiore colpisce di solito le gambe e le braccia, ma può anche influenzare le mani e altre parti del corpo. Senza un adeguato trattamento, il linfedema può causare infezione e interferire con la corretta guarigione delle ferite cutanee. Le cause del linfedema includono traumi, linfangioma, hemangioma e chirurgia per il cancro al seno, testicolo e colon.

Quando si verifica una lesione, il corpo invia ossigeno e altre sostanze nutritive al sito del danno. Questo inizia il processo di guarigione e assicura un corretto recupero. Il fluido si accumula anche nei tessuti attorno alla lesione, causando gonfiore e disagio.

Linfedema

Lesioni alla mano