Benefici della vitamina e del selenio

Panoramica

La vitamina E è composta da composti solubili in grassi naturali che forniscono al corpo un significativo antiossidante. Un certo numero di vantaggi sono stati legati alla vitamina E, che si trova in molti cibi comuni, come mandorle, olio di germe di grano, semi di girasole e broccoli. È disponibile anche come integratore alimentare. Il selenio è una parte importante della salute generale. Il selenio minerale in traccia si combina con le proteine ​​per creare selenoproteine ​​che hanno dimostrato di avere importanti benefici cellulari. Gli alimenti quotidiani contengono selenio, tra cui tonno, manzo, tacchino, uova, riso e formaggio.

Vitamina E e malattia coronarica

Sulla base delle informazioni pubblicate in “Nutrition Moderato in Salute e Malattie”, un certo numero di studi “in vitro” hanno dimostrato che la vitamina E influenza l’ossidazione del colesterolo lipoproteico a bassa densità. Si ritiene che i nutrienti della vitamina E inibiscano questo processo, che non controllato può iniziare l’aterosclerosi, una malattia vascolare. Le donne sembrano trarre il meglio dalla supplementazione di routine di vitamina E. I dati di una relazione del 2005 di IM Lee e colleghi in “The Journal of American Medical Association” hanno indicato che una sperimentazione clinica con 40.000 donne sane di 45+ anni ha mostrato una riduzione del 24% dei tassi di mortalità cardiovascolari e le donne di 65 anni e oltre avevano Una diminuzione del 49 per cento, nonché una diminuzione del 26 per cento negli attacchi cardiaci non feriti. Alcune domande ancora circondano l’efficacia complessiva della vitamina E sulla malattia coronarica, comunque. La quantità di assunzione di routine di vitamina E è sotto controllo e troppo la vitamina E può non avere alcun effetto sulla malattia basata sugli Istituti Nazionali di Salute o NIH.

Vitamina E e Cancro

I dati di ricerca di un sommario epidemiologico del 1998 di J. M. Chan, et al., In “Seminari in Biologia del Cancro” indica che la vitamina E può avere un effetto positivo sulla lotta contro i tumori quali il seno o la prostata. Mentre gran parte della ricerca è ancora inconcludente e incoerente, gli antiossidanti della vitamina E hanno dimostrato di proteggere le cellule dai radicali liberi dannosi che possono essere cancerosi o aiutano nello sviluppo del cancro. Un altro beneficio per la vitamina E è la promozione di un sistema immunitario sano, necessario per proteggere il corpo da carcinogeni nocivi. Secondo il NIH, gli uomini che fumano e quelli che hanno rinunciato possono beneficiare della supplementazione della vitamina E, poiché i tassi di cancro alla prostata tra questo gruppo sono caduti drasticamente in uno studio dopo aver preso 400 UI di vitamina E ogni giorno.

Selenio e tiroide

La ricerca di H. Derumeaux e dei suoi colleghi pubblicata in “European Journal of Endocrinology” nel 2003 indica che il selenio può rallentare o arrestare l’allargamento della ghiandola tiroidea. Questa relazione tra il selenio e la tiroide è stata stabilita durante il tentativo dello studio di identificare se l’integrazione selenica può aiutare nella carenza di iodio, un fenomeno comune nei paesi in via di sviluppo. Iodio è necessario per la tiroide funzionare correttamente. Le persone che soffrono di una carenza di iodio sono a rischio per i problemi della tiroide, che è peggiorata da una carenza di selenio, secondo l’NIH. Livelli salutari di selenio beneficiano di una carenza di iodio e, a sua volta, prevenire i problemi della tiroide come i gatti.

Supplemento al selenio

Una dieta povera e una certa malattia sono state legate alla carenza di selenio. La malattia di Keshan si verifica nei bambini che soffrono di una carenza di selenio e di un cuore allargato, secondo il NIH. Ciò porta in genere alla cattiva funzione cardiaca e rende il corpo debole e suscettibile alla malattia. La somministrazione può aiutare a ripristinare i livelli di selenio nei pazienti e aiuti nell’assorbimento di sostanze nutritive essenziali. Il selenio può essere utile per promuovere la salute generale e potrebbe essere una chiave nella prevenzione del cancro. I risultati di ricerca riportati nel 2001 da G. F. Combs, Jr. in “Nutrition and Cancer” suggeriscono che i livelli aumentati dell’alimentazione raccomandata del selenio possono fornire effetti benefici per la salute. Tali risultati possono costringere una rivalutazione delle linee guida nutrizionali.